14 Dicembre
Milano, Palazzo del ghiaccio
it

Tutti i coworking e i fablab di Milano in una mappa navigabile

Lavorare da soli eppure insieme, in uno spazio che non è un ufficio eppure è il tuoufficio, e allo stesso tempo è l’ufficio di molti altri. Suona strano? A molti dei lettori di StartupItalia! suonerà al contrario normalissimo, persino accattivante. Il coworking, ormai non ha bisogno di presentazioni. E in occasione dell’Open Summit, abbiamo deciso di mapparlo a Milano.

mappa_coworking_fablab copy

È una realtà sempre più diffusa ed è esemplare dei cambiamenti che hanno investito il mondo del lavoro negli ultimi due decenni. Il coworking, secondo la definizione data da Davide Dattoli (tra i fondatori di TAG, ad oggi la rete di coworking più estesa in Europa) sul sito dei Digital Champions, “è un luogo di incontro e di lavoro che aggrega professionalità di diversi settori. Nasce per i freelancer, per coloro che solitamente lavorano da soli da casa o nei bar. Lo scopo è offrire spazi e servizi che aiutino i piccoli imprenditori a crescere stando in continuo contatto con altri che operano nello stesso campo o in altri settori”. Se arretra il posto fisso, avanzano gli open spaces. Il principio basilare è quello della condivisione, dagli spazi fino alle idee. La sfida è farlo fruttare più della concorrenza normalmente intesa.

 

Continua a leggere l’articolo su StartupItalia!